Flicorni

Con il termine flicorni, si intende un'intera famiglia di strumenti, dal sopranino al contrabbasso.
La loro peculiarità è costituita dal canneggio che, anzichè essere cilindrico come quello della tromba o del trombone, è di forma conica.
Questa particolare forma, che inizia stretta sull'estremità dell'imboccatura per aumentare di diametro mano a mano che ci si sposta verso l'estremità opposta allo strumento, fino al massimo diametro che è la campana, conferisce ai flicorni un timbro scuro-dolce e melanconico ma, anche potenza ed agilità.

Dei flicorni esistono due principali forme: i membri più piccoli e con registro più acuto hanno forma del tutto simile a quella della tromba, mentre quelli più ingombranti e di registro più grave hanno assetto verticale.

I flicorni costituiscono un elemento prezioso nelle bande.


TIPI DI FLICORNI

Tutti hanno in comune un timbro scuro e dolce, la meccanica a tre o più pistoni (o valvole rotative nei modelli più antichi) che permette un'estensione di più di due ottave. Nella loro tradizione esecutiva non viene normalmente utilizzata quasi mai la sordina.

  • Il Flicorno Sopranino  (in Italia detto spesso "flicornino" o anche "piston") è molto acuto.
    Oggi è sempre più in disuso da un lato per la sua difficoltà nella tecnica nell'estensione e nell'intonazione, per la difficoltà nel reperire strumenti di qualità visto che le principali case costruttrici di ottoni non lo prevedono nei cataloghi.
  • Il Flicorno Soprano in Sib  ha estensione e tecnica analoghe a quella della tromba ma con un suono molto più morbido. È lo strumento cantabile per eccellenza della famiglia.
    Nelle fanfare propriamente dette, sostituisce in blocco i clarinetti soprani.
    Anche nelle trascrizioni per banda (dove i clarinetti sono ben rappresentati), al flicorno soprano vengono affidate spesso parti melodiche paragonabili a quelle dei clarinetti.
    Esistono versioni a 4 pistoni che permettono una maggiore estensione verso il basso, dove il suono raggiunge la massima bellezza e calore, ed il collegamento completo e senza buchi alle "note pedale", questo gli permette di eseguire brani scritti per altri strumenti ad esempio il corno o il violoncello, o di sostituire il flicorno contralto ormai in disuso.
  • Il Flicorno Contralto in Mib  (in Italia detto spesso genis) ha estensione e timbro in qualche misura simili a quella del corno.
    Di uso prettamente bandistico, oggi disusato, costituiva l'ossatura ritmica della banda tradizionale col tipico accompagnamento in levare delle marce. Era costruito sia in assetto orizzontale sia verticale.
  • Il Flicorno Tenore in Sib  ed il flicorno baritono sono strumenti col canneggio di lunghezza identica, ma progressivamente più conici. Vengono costruiti sia in forma verticale (più squadrata, con la campana rivolta verso l'alto) sia in forma "ovale" (più tondeggiante, con la campana rivolta di lato). Tenore e baritono sono stati spesso confusi; il flicorno tenore (dal canneggio più sottile e maggiormente cilindrico, di norma con solo tre pistoni) sale facilmente verso il registro acuto ed ha un suono più chiaro e squillante, simile al Trombone Tenore.
  • Il Flicorno Baritono in Sib , o Eufonio , conosciuto popolarmente in Italia anche col nome di bombardino, è uno strumento dal timbro scuro e dolce, ideale per linee cantabili nel registro medio-grave ma anche come strumento armonico e di accompagnamento.
    Scende molto facilmente verso il grave (la meccanica a tre pistoni gli permette un’estensione di più di due ottave) e gli si confanno parti da basso vocale comico oppure di accompagnamento, ma può anche essere suonato sul registro acuto analogamente al tenore.
    Qualcuno lo chiama impropriamente tuba tenore in quanto il flicorno baritono è rispettivamente una quarta o una quinta giusta più alto della tuba in Fa o Mib (vedi sotto), una settima minore o un'ottava più alto rispetto alla Tuba Contrabbasso in Do o Sib grave, ed è quindi simile nella forma ma di dimensioni più piccole.
    L'Eufonio è praticamente un altro nome con cui è conosciuto il Flicorno Baritono ma sostanzialmente si differenzia per avere un canneggio conico e non cilindrico come tutti i flicorni, conferendogli così un suono più scuro e un'intonazione più precisa (grazie anche al 4° pistone paragonabile al ritorto in Fa nel Trombone a Tiro . Inoltre in genere si suona con un bocchino a penna larga (ultimi modelli professionali).
  • Il Flicorno Basso in Sib è praticamente molto simile al Flicorno Baritono ma si distingue da quest'ultimo sia per essere dotato di un 4° cilindro, sia nel canneggio che a volte è un pò più largo. Si può dire che sia in pratica l'Eufonio, o Euphonium in inglese.
    All'inizio nella famiglia dei Flicorno non c'era il Flicorno Basso ma dal Baritono si passava subito al Basso grave in fa/mi b. Questi flicorno furono chiamati così visto che la loro estensione era la stessa della voce dei cantanti: quindi il Contralto è la stessa della voce di contralto, il Tenore è la stessa del tenore e il Baritono è la stessa del baritono; eccezione la fa il Fliicorno Soprano che non si accosta alla voce del soprano ma del mezzo-soprano mentre al Flicorno Sopranino in Mi b si accosta la voce del soprano.
    G. Verdi nelle sue opere cercava uno strumento che scendesse oltre il Fa sotto il pentagramma ma con la stessa voce del baritono e non quella del basso grave. Allora venne aggiunto un 4° pistone al baritono che con l'utilizzo insieme degli altri 3 pistoni arricchiva il baritono di 5 nuove posizioni che gli permettevano di avere un'estensione maggiore.


LA TUBA

Sempre appartenente alla famiglia degli Ottoni e alla sottofamiglia dei Flicorni, abbiamo la TUBA che attualmente è disponibile in 2 principali modelli:

  • La Tuba in Mib o Fa , o Flicorno Basso-Grave (in Mib o Fa - Comunemente detto Bombardone in Italia) è quella che più si usa nelle bande da parata poichè di peso e dimensioni, seppur consistenti, che ne permettono la trasportabilità senza particolari difficoltà, al contrario delle tube più grandi in Sib o Do.
  • La Tuba Contrabbasso in Sib o Do , è lo strumento più grave della famiglia degli ottoni.
    Il timbro è potente e oltre che ad ottenere effetti grotteschi o paurosi, si presta egregiamente a rinforzare i crescendi di tutta l'orchestra. Presenta un ampio padiglione aperto verso l'alto (campana).

Vi è un particolare tipo di Tuba da parata  sia in Sib che in Mib.

 

 

Un'altro tipo di Tuba è il Susafono  che trova oggi il suo utilizzo soprattutto nelle marching band americane.
Si tratta di un basso tuba a tre (o quattro) pistoni, dal canneggio medio-sottile con ampio padiglione e dalla tipica forma ad anello data dall'helicon.
Generalmente è intonato in Si bemolle, anche se ne esistono in Fa e Mi bemolle.
Come i tuba, può essere scritto in note reali (chiave di basso) o come strumento traspositore (chiave di basso o di violino).
Rispetto alla tuba tradizionale, il SusafonoSousaphone ha migliore trasportabilità ed usabilità in posizione eretta ed in marcia, visto che si avvolge intorno al musicista e poggia sulla spalla sinistra, lasciandogli più libertà di movimento.
Dagli anni '60 esistono strumenti realizzati in gran parte in vetroresina bianca che, pur offrendo un suono meno ricco, consente un notevole risparmio in peso.
Lo strumento ha un irrinunciabile fascino coreografico, al punto che alcune bande hanno due o più muscolosi membri che "portano a spasso" i sousaphone pur non sapendoli suonare.

Le cosiddette "Tube Wagneriane " invece sono strumenti con quattro pistoni e una larga cameratura ideati da Richard Wagner.
Il compositore le fece costruire appositamente, in quanto desiderava ottenere un timbro simile a quello del corno ma che fosse ancora più grave, in modo tale da donare un colore particolare ad alcune sezioni della tetralogia dell'Anello del Nibelungo.
Le dimensioni di questo strumento - che monta un bocchino conico da corno - sono più ridotte e la sua forma risulta più allungata rispetto a quella della tuba normale.

Per l'esecuzione della scala cromatica, la tuba si avvale di un meccanismo costituito da 4 - 6 pistoni che scorrono nei rispettivi cilindri per gli stessi principi di conduzione dell'aria degli altri ottoni muniti di uguale meccanismo.

Se costruiti in forma circolare vengono chiamati Elicon  o Helicon, in Italia anche "Pelittoni" e in tale forma sono adatti per essere "indossati" in marcia come il sousafono.

A differenza degli altri suonatori di ottoni che possono stare agevolmente in piedi, l'esecutore di musica per tuba, a causa delle dimensioni dello strumento, è quasi sempre seduto e lo tiene davanti a sé, appoggiato sulle ginocchia.
Le dita della mano destra vengono impiegate per azionare le valvole a pistoni, mentre la mano sinistra ha il compito di tenere fermo lo strumento.
Per suonare la tuba, occorre una buona dose di fiato ed è essenziale procurarselo attraverso una corretta respirazione diaframmatica, allo scopo di sviluppare l'agilità necessaria per eseguire alcuni passaggi musicali "obbligati" di notevole difficoltà tecnica.

Precisazioni

Molte persone fanno una confusione tra euphonium, bombardino, flicorno baritono , flicorno basso..ecc..

Lo strumento citato è sempre lo stesso ma viene chiamato in vari modi in base alla nomenclatura di un paese:
qui in Italia vige la nomenclatura della strumentazione di A.Vessella cioè lui suddivide la banda in:

  • Strumenti a bocca: Flauti
  • Strumenti ad ancia, semplice o doppia; Clarinetti, sax, oboe, fagotto
  • Strumenti a bocchino a timbro chiaro: Tromba e trombone
  • Strumenti a bocchino a timbro scuro: Corno e Flicorni
  • Strumenti a percussione

 

A sua volta la famiglia dei flicorni si suddivide in:

  • Flicorno sopranino in Mi b
  • Flicorno soprano in Si b
  • Flicorno Contralto in Mi b
  • Flicorno Tenore in Si b
  • Flicorno Baritono in Si b
  • Flicorno Basso in Si b
  • Flicorno Basso Grave in Fa o in Mi b
  • Flicorno Contrabbasso in Si B

 

Quindi questa è la nomenclatura usata in Italia, quindi l'euphonium in Italia è il Flicorno Basso in Si b.

Ora se usciamo dall'Italia e andiamo in Inghilterra per esempio, non avremo la nomenclatura di Vessella ma un diverso nome degli strumenti pur essendo gli stessi:

  • Il flicorno sopranino Mi b diventa Cornett in E b
  • Il flicorno soprano Si b diventa Flugelhorn in B b
  • Il flicorno contralto Mi b diventa Tenorhorn in E b (termine usato negli USA è Althorn)
  • Il flicorno tenore e baritono Si b diventa Baritone in B b
  • Il flicorno basso Si b diventa Euphonium in B b
  • Il flicorno basso grave Fa/Mi b diventa Tubas in F/E b
  • Il flicorno contrabbasso Si b diventa Tubas in B b

 

создать сайт